Voi siete qui
La truffa all’Inps e all’Agenzia delle Entrate scoperta dalla Procura di Nocera poteva essere evitata se avesse funzionato il sistema di controllo Cronaca 

La truffa all’Inps e all’Agenzia delle Entrate scoperta dalla Procura di Nocera poteva essere evitata se avesse funzionato il sistema di controllo

Sono state le confessioni di Gianluca Santilli ed Aniello Massaro a spianare la strada alla Procura ed ai Carabinieri di Nocera Inferiore. I due consulenti a capo dell’ente bilaterale Ebin e di Federaziende hanno ammesso quasi subito le loro responsabilità, spiegando come funzionava il meccanismo per truffare Inps ed Agenzia delle Entrate. La truffa all’Inps e all’Agenzia delle Entrate scoperta dalla Procura di Nocera poteva essere evitata se avesse funzionato il sistema di controllo: ecco come i consulenti del lavoro hanno beffato gli enti. In pratica le oltre 80 ditte…

Continua
Truffa all’Inps e all’Agenzia delle Entrate, Centore: «Hanno approfittat di una falla nei controlli» Cronaca 

Truffa all’Inps e all’Agenzia delle Entrate, Centore: «Hanno approfittat di una falla nei controlli»

Il procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Nocera Inferiore, Antonio Centore ha evidenziato come il sodalizio criminale abbia approfittato di una falla che si è creata nel sistema di controllo.  

Continua
Truffa per oltre due milioni di euro all’Inps e all’Agenzia delle Entrate, sei arresti Cronaca 

Truffa per oltre due milioni di euro all’Inps e all’Agenzia delle Entrate, sei arresti

Sei persone, residenti nelle province di Salerno, Benevento, Napoli e Lecce sono ritenute responsabili di truffe milionarie ai danni dell’Inps e dell’Agenzia delle Entrate: cinque di loro sono finite ai domiciliari, un’altra è ancora ricercata. L’operazione è stata condotta, alle prime luci alba, dai Carabinieri del Reparto Territoriale di Nocera Inferiore. Per gli indagati l’accusa è di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di truffe ai danni di Inps e Agenzia delle Entrate. I sei provvedimenti restrittivi sono stati emessi al termine dell’articolata attività d’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica…

Continua
Immigrazione clandestina, ecco com’era organizzato il sistema Cronaca 

Immigrazione clandestina, ecco com’era organizzato il sistema

Assunzioni fasulle attraverso il decreto flussi “Io se volessi fare i soldi li faccio qui… io in una giornata guadagno 300 euro”. Sono le parole di Hassan, detto “Appost”, il capo dell’organizzazione criminale accusata, tra le altre cose, di favoreggiamento e sfruttamento dell’immigrazione clandestina. È uno stralcio delle intercettazioni telefoniche rientranti in un’inchiesta che ha consentito di stoppare quella che può essere definita una tratta di schiavi. Perché gli immigrati di notte venivano sistemati in dei tuguri, a volte anche chiusi dentro a chiave, e di giorno venivano trasportati in…

Continua
Favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, operazione dei carabinieri di Salerno Cronaca 

Favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, operazione dei carabinieri di Salerno

Dalle prime ore della mattina, in vari comuni della provincia di Salerno e in altre località del territorio nazionale, è in corso una vasta operazione dei Carabinieri del Comando Provinciale di Salerno. Circa duecento militari, con l’ausilio di unità cinofile e il supporto aereo, stanno eseguendo un’ordinanza applicativa di misure cautelari – emessa dal GIP del Tribunale di Salerno, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia – nei confronti di persone, ritenute responsabili, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata al favoreggiamento e sfruttamento dell’immigrazione clandestina, riduzione in schiavitù, tratta…

Continua
Morte del 13enne Alessandro Farina, sette medici indagati Cronaca 

Morte del 13enne Alessandro Farina, sette medici indagati

Sette medici sono indagati con l’accusa di omicidio colposo e responsabilità colposa in ambito sanitario in seguito al decesso di Alessandro Farina. Il tredicenne morì il 27 dicembre 2017 all’ospedale Ruggi di Salerno. La Procura di Salerno sostiene che le sette persone indagate, per responsabilità diverse, avrebbero determinato la morte dell’adolescente. Secondo l’accusa fu fatta una diagnosi tardiva della patologia che poi non è stata curata nel modo migliore. La morte del tredicenne avvenne per un edema celebrale e polmonare, secondario a una grave forma di chetoacidosi diabetica, una complicanza…

Continua
Riciclaggio ad Agropoli: sequestrata una villa del valore di 300mila euro Cronaca 

Riciclaggio ad Agropoli: sequestrata una villa del valore di 300mila euro

Una villa del valore di circa 300mila euro è stata sequestrata dalla Guardia di Finanza ad Agropoli. Al termine di indagini coordinate dalla Procura di Vallo della Lucania, le fiamme gialle hanno scoperto una frode fiscale architettata da un napoletano già noto alla giustizia. La villa panoramica ad Agropoli era stata comprata con il denaro frutto di un giro di fatture false per compensi fittizi, e trasferito su conti correnti dell’amministratore occulto della società. La compagna dell’uomo, una agropolese con precedenti penali, aveva ricevuto numerosi bonifici su una carta prepagata…

Continua
Sindaco di Eboli sotto indagine per sistema di videosorveglianza comunale Cronaca 

Sindaco di Eboli sotto indagine per sistema di videosorveglianza comunale

Il gip Alfonso Scermino ha prorogato di sei mesi le indagini sul sindaco di Eboli- Massimo Cariello- ed altre persone che il pm della Procura di Salerno, Silvio Marco Guarriello, pensa possano essere responsabili di corruzione in atti contrari ai doveri d’ufficio, peculato, falso ideologico e falso materiale. La vicenda è quella che ruota attorno all’installazione del nuovo sistema di videosorveglianza nel Comune di Eboli, avvenuta tra il 2017 ed il 2018. A denunciare il sindaco ed alcuni funzionari dell’amministrazione comunale eburina è stato un tecnico, Fabio Ciaglia. Ciaglia sostiene…

Continua
Il 29 marzo la sentenza per gli spacciatori dei licei della Salerno-bene Cronaca 

Il 29 marzo la sentenza per gli spacciatori dei licei della Salerno-bene

Spacciatori per conto di trafficanti in erba. Poco più che ragazzini, alcuni studenti dei licei della Salerno-bene quattro anni fa finirono nel mirino della Guardia di Finanza. Chieste condanne esemplari. Erano i fratelli Ciro e Giuseppe Picariello a capo del gruppo che aveva assoldato decine di studenti liceali della Salerno-bene, spesso minorenni, per vendere al dettaglio- dentro e fuori le scuole che frequentavano- la droga che loro stessi acquistavano nelle piazze di spaccio partenopee. I fratelli Picariello usavano modo spicci, a tratti violenti, incutevano timore in quei ragazzi, totalmente soggiogati…

Continua
Truffa e infedele patrocinio: avvocato salernitano interdetto per 12 mesi dall’esercizio della professione forense Cronaca 

Truffa e infedele patrocinio: avvocato salernitano interdetto per 12 mesi dall’esercizio della professione forense

Per rendere più credibile la sua truffa, l’avvocato 50enne sospeso dalla professione forense aveva perfino redatto un falso dispositivo di sentenza, con tanto di emblema della Repubblica italiana ed intestazione del Tribunale di Salerno. Il tutto per convincere un suo cliente a pagare somme di denaro. E’ quanto hanno scoperto i finanzieri di Salerno su indagini della Procura scattate dopo la denuncia del cliente raggirato. L’avvocato da oggi è sospeso per dodici mesi ed è accusato di truffa, infedele patrocinio aggravato e falso materiale. Il legale aveva prospettato al suo…

Continua