Voi siete qui
Neonato morto a Vallo, la madre si difende: «non gli ho usato violenza» Cronaca 

Neonato morto a Vallo, la madre si difende: «non gli ho usato violenza»

Olga Jacob da qualche ora si trova ai domiciliari in una struttura protetta di Novi Velia. Il gip del Tribunale di Vallo della Lucania, infatti, ha respinto la richiesta del pm Itri della Procura vallese, che voleva la reclusione in carcere per la donna moldava accusata dell’omicidio del suo neonato. La Jacob, infatti, non ha ancora saputo spiegare in modo chiaro cosa sia accaduto nella casa della frazione Angellara, dove lavorava come badante dallo scorso mese di aprile. Nonostante ciò, non esisterebbe il concreto pericolo di fuga. E dunque, la…

Continua
Vallo della Lucania, partorisce in casa e nasconde figlio nella valigia Cronaca 

Vallo della Lucania, partorisce in casa e nasconde figlio nella valigia

Sono bastati pochi minuti ai medici dell’ospedale di Vallo della Lucania per capire che quella donna, arrivata al pronto soccorso con una forte emorragia, aveva partorito da poco. Lei, moldava di 30 anni, ha dato alla luce il piccolo nella sua camera poi lo ha nascosto in una valigia. Lì i carabinieri di Vallo della Lucania, agli ordini del cap. Annarita D’Ambrosio, hanno trovato il corpicino senza vita. La segnalazione è partita dai medici del nosocomio vallese subito dopo il ricovero della donna in ospedale. La procura di Vallo della…

Continua
Incendi nel Cilento, si indaga sui ritardi dei soccorsi Cronaca 

Incendi nel Cilento, si indaga sui ritardi dei soccorsi

Non folli piromani, ma una mano criminale con un disegno ben preciso. Ne è convinta al Procura di Vallo della Lucania che ha aperto una inchiesta per chiarire la natura ed accertare i responsabili dei roghi che negli ultimi giorni hanno distrutto ettari ed ettari di verde all’interno del Parco Nazionale del Cilento e del Vallo di Diano. Sotto la lente d’ingrandimento del procuratore, Paolo Itri, sono finiti, soprattutto, i ritardi dei soccorsi. L’ultimo caso anomalo, secondo gli inquirenti, si sarebbe verificato lunedì pomeriggio. Alle 13 circa un incendio si…

Continua
Agropoli, arrestato assassino di Marco Borrelli Cronaca 

Agropoli, arrestato assassino di Marco Borrelli

Ucciso per aver scelto la ex del suo assassino. Per questo sarebbe morto Marco Borrelli, 20enne di Agropoli, scomparso giovedì sera e ritrovato ieri pomeriggio nei pressi del Parco delle Ginestre, ai piedi della collina di San Marco, da un uomo a passeggio con il suo cane. Ad ucciderlo, Mrabet Nezar, 25enne di Castellabate, che ieri, fermato ed interrogato dal capitano Francesco Manna e dal procuratore capo Vallo della Lucania Paolo Itri, ha confessato l’omicidio. Marco Borrelli nell’ultimo periodo stava frequentando la ex compagna del 25enne, madre dei suoi due…

Continua