Voi siete qui
Coronavirus, nuovo caso sospetto a Cava. Cronaca 

Coronavirus, nuovo caso sospetto a Cava.

Trasportato al Cotugno un bimbo di tre anni. C’è un nuovo sospetto caso di Coronavirus nel salernitano. Questa volta, ad essere sottoposto ai test, un bimbo di tre anni, accompagnato dai genitori all’ospedale Santa Maria dell’Olmo di Cava de’Tirreni. Attivato, dunque, nuovamente, il protocollo: il piccolo è stato trasportato dai sanitari a bordo dell’ambulanza attrezzata dell’Humanitas presso l’ospedale Cotugno di Napoli, nel primo pomeriggio di oggi. Presso il nosocomio partenopeo, deputato a gestire l’emergenza di questa epidemia, sarà sottoposto a tutti gli esami previsti per verificare se sia stato colpito o meno dal virus…

Continua
Caso sospetto di Coronavirus a Battipaglia: paziente trasferito al “Cotugno” Cronaca 

Caso sospetto di Coronavirus a Battipaglia: paziente trasferito al “Cotugno”

Attivato il protocollo previsto dopo l’espandersi dell’infezione. Nuovo sospetto caso di coronavirus in provincia di Salerno. Nelle prime ore della mattinata un quarantenne di nazionalità cinese, rientrato recentemente dal suo Paese d’origine, si è presentato all’ospedale “Santa Maria della Speranza” di Battipaglia con sintomi influenzali, presumibilmente riconducibili alla malattia. Il primario del Pronto Soccorso del presidio ospedaliero della Piana del Sele, il dottor Esposito, ha subito attivato il protocollo previsto dopo l’espandersi dell’infezione, disponendone il trasferimento immediato all’ospedale “Cotugno” di Napoli, struttura specializzata in malattie infettive, attraverso un’ambulanza ad alto…

Continua
Coronavirus, nessun sintomo, ma quarantena per due giovani cilentane Cronaca 

Coronavirus, nessun sintomo, ma quarantena per due giovani cilentane

Due ragazze residenti nel Cilento, rientrate di recente dalla Cina, sono tenute sotto osservazione dai medici. Non si tratta di casi sospetti di Coronavirus, ma – come previsto dal protocollo – la direzione sanitaria del Distretto Sanitario Sapri-Camerota, dopo gli accertamenti di rito, ha previsto, per entrambe, la quarantena presso le loro abitazioni. Si tratta di una studentessa di Vibonati, che è stata in Cina tramite un progetto Erasmus, e di una giovane donna cinese che ha un negozio proprio nella città di Sapri. Attivate le guardie mediche e i medici di base per monitorare il loro stato di salute. “

Continua