Voi siete qui
Qualità della vita, provincia di Salerno all’86esimo posto Cronaca 

Qualità della vita, provincia di Salerno all’86esimo posto

Sale all’86esimo posto (guadagnando 9 posizioni rispetto all’anno scorso) la provincia di Salerno ma non è la prima della Campania. Con un balzo di 13 posizioni, Napoli conquista la leadership regionale pizzandosi all’81esimo posto. Pubblicata da Il Sole 24 Ore la classifica sulla qualità della vita in Italia. Per la trentesima edizione, l’indagine del quotidiano ha aumentato da 42 a 90 gli indicatori di studio, divisi in sei macro aree tematiche. Salerno fa registrare la performance migliore in quella “demografia e società” con il 37esimo posto a livello nazionale. Ancora…

Continua
Qualità della vita, la provincia di Salerno all’85° posto in Italia Cronaca 

Qualità della vita, la provincia di Salerno all’85° posto in Italia

Salerno recupera quattro posizioni e sale un po’ nella speciale classifica sulla qualità della vita. Ora è all’85° posto, mentre l’anno scorso era all’89°. Resa nota la graduatoria 2019 sulle province italiane stilata da ItaliaOggi e Università La Sapienza in base ad uno studio su affari, lavoro, ambiente, istruzione, tempo libero e turismo. Considerati tutti questi fattori, Salerno si colloca nella parte destra della classifica come terza provincia della regione. In Campania a primeggiare è Benevento che passa dal 91° al 75° posto. Segue Avellino 83esima, due gradini più su…

Continua
AOU Ruggi, una nuova sala svago nel reparto cardiologia Cronaca 

AOU Ruggi, una nuova sala svago nel reparto cardiologia

Da oggi, presso il reparto di Cardiologia dell’ospedale Ruggi, al quarto piano della torre cardiologica, è fruibile la sala svago per i degnti, realizzata grazie all’impegno del Direttore dell’Unità Operativa dottor Alberto Gigantino e in memoria del dottor Federico Rufolo, recentemente scomparso. Ai due medici, destinatari di fondi per un progetto di ricerca, restarono dei soldi che hanno investito all’interno dell’azienda per migliorare la qualità della vita dei loro pazienti

Continua