Voi siete qui
Relazione semestrale della DIA: droga principale business per i clan nel salernitano Cronaca 

Relazione semestrale della DIA: droga principale business per i clan nel salernitano

Una criminalità non omogenea in provincia di Salerno che varia anche a causa della diversità delle varie aree del territorio. Dall’ultima relazione semestrale della Dia – si legge sull’edizione odierna de Il Mattino – non si registrano particolari cambiamenti sotto il profilo degli equilibri e dei principali interessi delittuosi dei sodalizi locali. Tra le attività delinquenziali più diffuse, il traffico e lo spaccio delle sostanze stupefacenti, che è anche il prioritario canale di finanziamento ed arricchimento. Ma accanto agli affari illeciti tradizionali si registrano sempre più incisive tecniche di penetrazione…

Continua
Relazione semestrale della Dia: il dettaglio della mappa criminale locale Cronaca 

Relazione semestrale della Dia: il dettaglio della mappa criminale locale

Nel mese di novembre, la DIA di Salerno ha applicato la misura cautelare degli arresti domiciliari ad una componente della famiglia ZULLO di Cava dé Tirreni (SA), articolazione del clan BISOGNO, responsabile del reato di usura. La misura è stata poi convertita, il 7 dicembre, nella detenzione in carcere, poiché la donna, dalla sua abitazione, aveva continuato a gestire il clan. Scendendo nel dettaglio delle dinamiche che interessano il Capoluogo, si segnala ancora l’operatività dello storico sodalizio D’AGOSTINO, che ha retto al tentativo di “scalata”, alcuni anni or sono, da…

Continua
Relazione semestrale della Dia. Segnali inquietanti per il Salernitano Cronaca 

Relazione semestrale della Dia. Segnali inquietanti per il Salernitano

Nella provincia di Salerno la repressione ha ridotto la capacità operativa di diversi clan, sradicando dal territorio i capi e gli affiliati dotati di maggiore carisma criminale. È così che è nato il fenomeno dei collaboratori di giustizia, generando quel vuoto di potere che ha favorito l’ascesa di giovani spregiudicati, alla guida di gruppi protesi a ritagliarsi spazi usando la violenza. La relazione semestrale della Dia, Direzione Investigativa Antimafia, affianca a questo la capacità di rigenerazione interna delle organizzazioni storicamente più radicate. I vecchi clan hanno sviluppato, accanto agli affari…

Continua
Confindustria Salerno, la relazione del presidente Prete Cronaca economia 

Confindustria Salerno, la relazione del presidente Prete

E’ una relazione incentrata esclusivamente sui provvedimenti del Governo quella che Andrea Prete, presidente di Confindustria Salerno, ha presentato alla platea degli associati nel corso dell’Assemblea pubblica organizzata, com’è ormai tradizione, al Teatro Verdi. “Siamo preoccupati. Il Paese – dice Prete – è in bilico tra sviluppo e contrazione, con un Pil che si è fermato dopo tre anni e la disoccupazione tornata a salire negli ultimi mesi oltre il 10%. Aleggia poi lo spettro della recessione che, come sostiene il Fondo monetario internazionale, potrebbe derivare da livelli troppo alti…

Continua
Pubblicata la relazione semestrale della Direzione Investigativa Antimafia Cronaca 

Pubblicata la relazione semestrale della Direzione Investigativa Antimafia

Tra gli spunti interessanti della relazione semestrale della Direzione Investigativa Antimafia c’è senz’altro il capitolo dedicato agli appalti pubblici. E’ qui che spesso prende forma la saldatura tra potere politico e potere economico con la criminalità organizzata. Gli uomini della Dia hanno portato alla luce numerosi tentativi di infiltrazione malavitosa nelle gare pubbliche che riguardano la realizzazione di infrastrutture e gli insediamenti strategici d’interesse nazionale ma anche opere di interesse locale. Le imprese passate al setaccio sono quelle al lavoro su cantieri con importi oltre soglia: si tratta di 857…

Continua