Voi siete qui
Tre donazioni (due al Ruggi) e tanti trapianti in Campania in 48 ore Cronaca 

Tre donazioni (due al Ruggi) e tanti trapianti in Campania in 48 ore

Tre donazioni e tanti trapianti in 48 ore: due donatori all’ospedale Ruggi di Salerno e uno al Cardarelli, a Napoli, hanno ridato la vita a 3 persone in attesa di un fegato, 6 persone in attesa di un rene e 6 in attesa delle cornee. Sono i dati del Centro regionale trapianti della Regione Campania, relativi agli ultimi interventi effettuati. Al Ruggi di Salerno, nella notte tra lunedì e martedì, il primo donatoreè stato  un uomo di 59 anni giunto al Pronto Soccorso a seguito di Ictus Cerebrale. Le condizioni sono apparse subito drammaticamente gravi al personale medico che,…

Continua
Ruggi, intervento rivoluzionario dell’equipe di Severino Iesu Cronaca Curiosità 

Ruggi, intervento rivoluzionario dell’equipe di Severino Iesu

L’eccezionale procedura utilizzata per operare un paziente di 71 anni cui non era stata data alcuna speranza altrove, sarà presentata come “Made in Salerno” nei prossimi congressi di cardiochirurgia e cardiologia di respiro mondiale. L’azienda ospedaliero universitaria di Salerno rende noto con orgoglio il successo di una tecnica operatoria mai utilizzata prima per salvare la vita ad un uomo proveniente da un altro paese dell’Unione Europea, giunto a Salerno per il classico viaggio della speranza. 71 anni, affetto da una grave malattia cardiaca che coinvolgeva tre valvole, questo paziente prima…

Continua
Spari in Ospedale a Cava: ancora piantonato al Ruggi il prof “pistolero” Cronaca 

Spari in Ospedale a Cava: ancora piantonato al Ruggi il prof “pistolero”

Ricoverati negli Ospedali di Salerno e Cava de’ Tirreni ci sono i tre protagonisti della lite finita a colpi di pistola al pronto soccorso del Santa Maria dell’Olmo. Rimane piantonato al Ruggi, agli arresti, dov’è ricoverato per una ferita d’arma da fuoco alla caviglia, il professore in pensione che- prima di essere ferito a sua volta – ha sparato contro l’uomo che aveva aggredito il figlio medico. Sempre al nosocomio di Via San Leonardo c’è l’uomo contro il quale il professore ha esploso due colpi di pistola: è l’infermiere che…

Continua
Spari in ospedale a Cava de’ Tirreni. I Carabinieri arrestano una persona e ne denunciano un’altra Cronaca 

Spari in ospedale a Cava de’ Tirreni. I Carabinieri arrestano una persona e ne denunciano un’altra

Arrivano le prime misure, scaturite dalla ricostruzione dei fatti accaduti ieri pomeriggio al pronto soccorso dell’ospedale Santa Maria dell’Olmo di Cava de’ Tirreni. Il pomeriggio da Far West al pronto soccorso di Cava de’ Tirreni ha almeno due responsabili e sono i destinatari delle prime due misure adottate dai Carabinieri, dopo la ricostruzione della dinamica dei fatti. A finire in manette è il padre del medico aggredito, poco prima degli spari, da un uomo che pretendeva di stazionare nell’area dov’era in osservazione un congiunto. Ad essere denunciato, invece, è il…

Continua
Sparatoria pronto soccorso Cava de’ Tirreni, Polichetti (Fials): «Si apra un dibattito su chi entra negli ospedali. Chiedo comitato sicurezza» Cronaca 

Sparatoria pronto soccorso Cava de’ Tirreni, Polichetti (Fials): «Si apra un dibattito su chi entra negli ospedali. Chiedo comitato sicurezza»

«La decisione dei vertici del Ruggi di fare chiarezza su quanto accaduto a Cava de’ Tirreni mi fa ben sperare». Così Mario Polichetti, sindacalista della Fials Salerno, interviene sulla sparatoria avvenuta nei locali del Pronto soccorso dell’ospedale di Cava de’ Tirreni. «I protocolli di sicurezza sono partiti immediatamente: questo è bene, anche se il nodo legato su chi entra negli ospedali deve essere sempre oggetto di dibattito per un aggiornamento continuo», continua Polichetti. «Si è evitato il peggio solo grazie al pronto intervento di guardie giurate e forze dell’ordine, ma…

Continua
Epm, lavoratori pulizie Ruggi: «siamo sovraccarichi e a rischio» Cronaca 

Epm, lavoratori pulizie Ruggi: «siamo sovraccarichi e a rischio»

Al secondo giorno d’agitazione, i dipendenti della Epm, azienda che insieme alla Gesap si occupa dei servizi di pulizia all’Ospedale Ruggi d’Aragona, hanno trovati ad attenderli un delegato della società che ha comunicato loro di averli sostituiti sulla base di un provvedimento disciplinare che, però, non hanno visto. I lavoratori, sostenuti dal sindacato, dicono di essere sottoposti a carichi di lavoro eccessivi, di essere impiegati in mansioni improprie perché la legge le affida al personale sociosanitario (come la rimozione dei rifiuti speciali). A scatenare l’ira dei dipendenti di Epm è…

Continua
Nel pomeriggio, A San Mango Piemonte, i funerali della studentessa morta in classe al Liceo Da Vinci Cronaca 

Nel pomeriggio, A San Mango Piemonte, i funerali della studentessa morta in classe al Liceo Da Vinci

Ieri il riscontro diagnostico in Ospedale ha escluso patologie pregresse. Una crisi cardiaca fulminante, capace di innescare un collasso cardiocircolatorio talmente rapido da non offrire scampo. E’ così che sarebbe morta la studentessa del Liceo Da Vinci, accasciatasi lunedì mattina in classe, mentre era alla lavagna per un esercizio di matematica. Il riscontro diagnostico effettuato ieri dall’equipe di anatomopatologia dell’Ospedale Ruggi d’Aragona conferma il decesso per una crisi cardiaca, esclude l’aneurisma cerebrale e nega pure l’esistenza di altre patologie o malformazioni congenite. La ragazza, in ogni caso, sarebbe andata incontro…

Continua
Studentessa morta, riscontro diagnostico in Ospedale a Salerno Cronaca 

Studentessa morta, riscontro diagnostico in Ospedale a Salerno

Per stabilire come sia morta la studentessa sedicenne del Da Vinci è necessario un riscontro diagnostico, ovvero un esame a cura delle divisioni di medicina legale e anatomopatologia dell’Ospedale Ruggi, dove si trova la salma della ragazza. Precisiamo subito che non si tratta di un’autopsia, poiché il corpo della studentessa è stato liberato ieri pomeriggio dal magistrato della Procura di Salerno, una volta accertato che il decesso era avvenuto per cause naturali e non per apparenti fattori esterni. Il riscontro diagnostico sarebbe stato chiesto dai familiari della sedicenne, per capire…

Continua
Ospedale Ruggi: Cgil incontra i commissari e strappa promesse sui concorsi Cronaca 

Ospedale Ruggi: Cgil incontra i commissari e strappa promesse sui concorsi

La carenza di personale nell’azienda Ruggi ha raggiunto livelli drammatici, per cui la CGIL saluta con soddisfazione l’annuncio della triade commissariale di voler procedere ad assunzioni a tempo indeterminato mediante la realizzazione in tempi brevi di due procedure concorsuali: Un concorso per infermieri riservato al Ruggi Un concorso per OSS da svolgersi in collaborazione con l’ASL di Salerno La Cgil ricorda di aver sollecitato la velocizzazione delle procedure per il concorso già bandito da mesi per tecnici di laboratorio ed ora chiede di rimpiazzare anche altre figure carenti (logopedisti, fisioterapisti,…

Continua
Ragazza morta al Ruggi dopo operazione al cuore, padre parla al Mattino Cronaca 

Ragazza morta al Ruggi dopo operazione al cuore, padre parla al Mattino

Si chiamava Lucia, la ragazza di diciassette anni morta all’Ospedale Ruggi due giorni dopo aver subito un doppio intervento al cuore, nel reparto di cardiochirurgia diretto da Enrico Coscioni. Tra meno di due settimane, Lucia sarebbe diventata maggiorenne: a Cava de’ Tirreni, dove abitava, tutto era pronto per festeggiarla. Solare, sorridente come appare su alcune foto pubblicate dal Mattino oggi in edicola, questa ragazza amava recitare. Frequentava a Caserta la scuola del Pendolo. Lì è di casa la mamma, mentre il papà è rimasto a Cava dopo la separazione dalla…

Continua