Voi siete qui
Spari a Cava, Carabinieri al lavoro sulla dinamica Cronaca 

Spari a Cava, Carabinieri al lavoro sulla dinamica

Stanno meglio e non sono in pericolo di vita le persone rimaste ferite nel pomeriggio finito a pistolettate nel piazzale dell’Ospedale di Cava de’ Tirreni. La dinamica degli spari è abbastanza chiara: molto meno, invece, quanto sarebbe accaduto immediatamente prima. Pare, infatti, che il padre del medico aggredito da un infermiere al Pronto Soccorso prima di recarsi al Santa Maria dell’Olmo e sparare all’aggressore del figlio abbia raggiunta la casa dell’infermiere, parlando con la moglie. Le due famiglie, da quanto risulta, si conoscevano. Ma quello che non è chiaro è…

Continua
Spari in Ospedale a Cava: ancora piantonato al Ruggi il prof “pistolero” Cronaca 

Spari in Ospedale a Cava: ancora piantonato al Ruggi il prof “pistolero”

Ricoverati negli Ospedali di Salerno e Cava de’ Tirreni ci sono i tre protagonisti della lite finita a colpi di pistola al pronto soccorso del Santa Maria dell’Olmo. Rimane piantonato al Ruggi, agli arresti, dov’è ricoverato per una ferita d’arma da fuoco alla caviglia, il professore in pensione che- prima di essere ferito a sua volta – ha sparato contro l’uomo che aveva aggredito il figlio medico. Sempre al nosocomio di Via San Leonardo c’è l’uomo contro il quale il professore ha esploso due colpi di pistola: è l’infermiere che…

Continua
Baronissi, lite e spari. 40enne ferito ad una caviglia e curato al Ruggi Cronaca 

Baronissi, lite e spari. 40enne ferito ad una caviglia e curato al Ruggi

E’ stato ferito all’altezza della caviglia, con un colpo d’arma da fuoco, il 40enne che ieri pomeriggio è stato medicato nel Pronto Soccorso del Ruggi. Il fatto è accaduto a Baronissi. Alla base della lite con una persona che la vittima conosceva, ci sarebbero vecchi dissapori. Gli spari hanno colpito il malcapitato di striscio alla caviglia destra. Sottoposto alle cure dei sanitari se la caverà senza ulteriori conseguenze. Sul posto i Carabinieri per le indagini necessarie per ricostruire cosa sia accaduto di preciso ed identificare chi ha esploso i colpi…

Continua
Spari nella zona orientale di Salerno: la Polizia lavora in silenzio ma avrebbe una pista Cronaca 

Spari nella zona orientale di Salerno: la Polizia lavora in silenzio ma avrebbe una pista

Spari a Mercatello: la Squadra Mobile della Questura di Salerno lavora nel silenzio, ma potrebbe esserci una svolta nelle indagini su cui si sa pochissimo. Ci sarebbe una pista per far luce sugli spari in Via Lazzarelli, a due passi dal Parco del Mercatello. Secondo quanto riportato dal Mattino oggi in edicola, la Polizia avrebbe accompagnato in ospedale un uomo originario di Giffoni Valle Piana, per una ferita d’arma da fuoco. Le sue condizioni sarebbero buone, il colpo lo avrebbe preso di striscio. Di dettagli, però, ce ne sono pochissimi,…

Continua
Il mistero degli spari a Mercatello: si parte dal rinvenimento di sei bossoli Cronaca 

Il mistero degli spari a Mercatello: si parte dal rinvenimento di sei bossoli

Sei bossoli e nulla più. Da questi pochi elementi, e da una segnalazione anonima, partono le indagini per capire chi abbia sparato ieri in pieno giorno a Mercatello, ad est di Salerno. Si tinge sempre più di giallo la storia degli spari al parco del Mercatello. La squadra Mobile della Questura, subentrata nelle indagini alle Volanti intervenute per prime sul posto ieri pomeriggio, sta visionando le registrazioni di alcune telecamere di videosorveglianza presenti in zona. Da queste immagini si spera di ricavare qualcosa in più su una storia che rimane…

Continua
Trovati bossoli nei pressi del Parco del Mercatello, indagini a 360 gradi Cronaca 

Trovati bossoli nei pressi del Parco del Mercatello, indagini a 360 gradi

Alcuni colpi d’arma da fuoco sono stati uditi intorno a mezzogiorno in via Lazzarelli nei pressi del Parco del Mercatello ma la segnalazione anonima sarebbe giunta alle Forze dell’Ordine solo nel primo pomeriggio. Dopo un primo sopralluogo di una pattuglia di zona della Polizia di Stato, sul posto si sono recati anche gli agenti di Squadra Mobile e Scientifica che hanno rinvenuto a terra alcuni bossoli di pistola. L’area è stata transennata e i vigili urbani hanno chiuso la strada e allontanato i passanti. Non è escluso che possa esserci…

Continua
Pagani: esplode colpi di pistola da un balcone, arrestato Cronaca 

Pagani: esplode colpi di pistola da un balcone, arrestato

Ha sparato dal balcone di casa contro le auto parcheggiate, per questo motivo un 51enne di Pagani, già noto alle Forze di Polizia, è stato arrestato dai Carabinieri con l’accusa di detenzione di armi clandestine, esplosioni pericolose e danneggiamento. I fatti si sono svolti in Via De Gasperi ove l’uomo, senza apparente motivo, aveva esploso colpi di arma da fuoco da un balcone danneggiando alcuni autoveicoli parcheggiati nelle adiacenze. La tempestività di intervento dei militari dell’Arma ha consentito di accertare subito le responsabilità del 51enne e, soprattutto, di interrompere una…

Continua
Danneggiarono decine di auto, tutti condannati Cronaca 

Danneggiarono decine di auto, tutti condannati

Tre anni e due mesi con l’interdizione dai pubblici uffici a ciascuno dei nove autori del raid. Sparavano ai finestrini delle auto in sosta con una pistola ad aria compressa per combattere la noia. Sono stati tutti condannati, in primo grado, a tre anni e due mesi di reclusione. Applicata ai 9 ragazzi, che avevano una chat in cui si chiamavano “’O Sistema”, anche l’interdizione per cinque anni dai pubblici uffici. Un anno fa, tra il 10 e l’11 ottobre, fecero un’incursione nel capoluogo sparando contro le auto in sosta,…

Continua
Spari a Scafati, indagini alla Dda Cronaca 

Spari a Scafati, indagini alla Dda

Le indagini sono alle prime battute ma per gli inquirenti la matrice di quanto successo mercoledì notte a Scafati potrebbe essere la stessa di altri episodi simili. Non è la prima volta, infatti, che in via della Resistenza qualcuno lancia avvertimenti a colpi d’arma da fuoco. Mercoledì mattina la cattiva sorpresa è toccata al titolare di un negozio di parrucchiere per uomo. Diversi colpi, 5 o forse 7, sono stati sparati all’indirizzo della saracinesca da due uomini, ripresi da una delle telecamere in funzione in quella zona. Da questa mattina…

Continua
Agguato Nocera: indagini su movente che ha spinto Benigno a sparare contro Iannone Cronaca 

Agguato Nocera: indagini su movente che ha spinto Benigno a sparare contro Iannone

Franco Benigno, figlio del boss ex cutoliano Antonio, avrebbe sparato a Pasquale Iannone per questioni di droga, anche se il pm Vessa della Procura di Nocera e gli agenti del commissariato nocerino diretti dal vicequestore Amato vogliono farsi un’idea più chiara prima di trarre una conclusione definitiva. C’è ancora qualche dubbio, infatti, non tanto sulla dinamica dell’agguato teso a Iannone a due passi dal tribunale, in Via Borsellino, quanto sul movente che potrebbe celare anche altro. La pista più accreditata rimane quella di interessi comuni nel settore degli stupefacenti, ma…

Continua