Voi siete qui
Dopo vent’anni al Comune di Salerno si aggiornano gli accordi sui canoni concordati Cronaca 

Dopo vent’anni al Comune di Salerno si aggiornano gli accordi sui canoni concordati

Sgravi per i proprietari e fitti più leggere in tutte le zone della città per chi aderirà agli accordi. La novità più interessante è l’abolizione di tutte le fasce del precedente accordo, quello del 1999. La città di Salerno era stata suddivisa in zone di pregio, privilegio e di degrado. Sulla base di questa rudimentale classificazione, il canone di affitto di un alloggio poteva variare a seconda delle caratteristiche del quartiere, generando- talvolta- delle distorsioni. A distanza di vent’anni dalla prima intesa sui contratti concordati venuti fuori dopo l’abolizione dell’equo…

Continua
Edilizia residenziale pubblica, sindacati denunciano immobilismo Cronaca 

Edilizia residenziale pubblica, sindacati denunciano immobilismo

Organizzata un’iniziativa a Napoli per la prima metà di gennaio L’edilizia residenziale pubblica in Campania è ferma. Lo denunciano le organizzazioni Sunia, Sicet, Uniat e Assocasa. Secondo i sindacati l’azienda regionale Acer, successiva agli Iacp, non ha fatto nulla determinando solo una fase di stallo. Con inevitabili ripercussioni negative nella gestione. Per smuovere le acque e trovare presto una soluzione, i sindacati hanno organizzato una manifestazione regionale a Napoli nella prima metà di gennaio.

Continua
Dal congresso Sunia denuncia su assenza temi abitativi da agenda enti locali Cronaca 

Dal congresso Sunia denuncia su assenza temi abitativi da agenda enti locali

Dal dodicesimo congresso provinciale del Sunia di Salerno, il sindacato che si occupa di tutelare gli inquilini, è venuta fuori un’istantanea della situazione dell’edilizia pubblica in Campania. I temi dell’abitare- secondo il Sunia- sono di fatto scomparsi dall’agenda degli enti locali. Una speranza s’era accesa dopo la riforma approvata nel gennaio di due anni fa. Gli istituti Autonomi per le Case Popolari dovevano confluire nell’agenzia regionale dell’edilizia residenziale. Ma da allora niente è stato fatto. Gli Iacp sono rimasti paralizzati da una riforma incompiuta, che avrebbe dovuto renderli più dinamici…

Continua