Ai domiciliari l’ufficiale giudiziario di Vallo accusato di concussione e corruzione

Accolti i motivi di riesame delle ordinanze custodiali avanzati dai suoi legali Il Tribunale della Libertà di Salerno, ha annullato le ordinanze di custodia cautelare in carcere disposte nei confronti di Carmine Testiera, l’ufficiale giudiziario del Tribunale di Vallo della Lucania, accusato di concussione e corruzione in atti giudiziari, disponendo la sostituzione della misura con quella meno afflittiva degli arresti domiciliari. Il Collegio Giudicante (Presidente Sgroia, Giudice a latere e relatore Zarone, e Boccassini) ha accolto i motivi di riesame delle ordinanze custodiali avanzati dai legali del Testiera – Mario Valiante…

Continua