Spiagge e fondali puliti, secondo atto. I volontari di Legambiente sulla spiaggia libera della Baia

Un mare di rifiuti abbandonati, dimenticati, trasportati dalle mareggiate. Un mare di rifiuti che non si dissolve mai, ma si riduce in minuscoli frammenti carichi di sostanze tossiche che arrecano gravi danni all’ecosistema marino, ma anche terrestre. Un problema ambientale ormai di dimensioni elefantiache e drammatiche. A Salerno, come ogni anno, Legambiente ed i suoi volontari, insieme a studenti e cittadini, torna a promuovere una maggiore consapevolezza con il secondo appuntamento della campagna “Spiagge e fondali puliti“. Dopo la foce dell’Irno ci si è dati appuntamento presso la spiaggia “Baia”,…

Continua