Voi siete qui
Tar dà ragione alle Fonderie Pisano e all’Asi: bocciata variante Buccino Cronaca 

Tar dà ragione alle Fonderie Pisano e all’Asi: bocciata variante Buccino

Il Tar ha accolto il ricorso delle Fonderie Pisano contro la variante con cui il Comune di Buccino ha cambiato la destinazione dei suoli in zona Asi, per impedirne l’insediamento. Secondo i giudici, non era competente a creare da solo un distretto agroalimentare.

“Nessun presupposto per decidere ed un difetto di competenza” è quanto il Tar di Salerno riconosce nella sentenza che boccia la variante urbanistica con cui il Comune di Buccino disse no agli insediamenti pesanti nell’area industriale del Cratere, cambiando la destinazione d’uso in agroalimentare.

Una mossa senza presupposto normativo, secondo i giudici amministrativi, poiché l’istituzione di un distretto del cibo in area Asi compete alla Regione Campania e non ad un singolo Comune. Di qui, discende anche il difetto di competenza, poiché la Regione non ha mai individuato una filiera produttiva completa nell’agroalimentare del Cratere né mai avrebbe deliberato la nascita di un distretto dell’alimentazione.

Una mossa, quella del Comune di Buccino, che i giudici bollano come strumentale per impedire l’insediamento delle Fonderie Pisano e di un’altra azienda che tratta rifiuti. La vicenda nacque circa un anno fa, quando l’Asi bandì l’assegnazione di alcuni lotti nell’area industriale di Buccino: a quel bando rispose la famiglia Pisano, per delocalizzare le Fonderie di Fratte. Una candidatura che l’Asi avrebbe dovuto vagliare nominando una commissione e ultimando la procedura di assegnazione dei lotti, cosa che non è mai avvenuta perché il Comune di Buccino pensò ad una variante per cambiare la destinazione dei suoli.

Di lì il contenzioso amministrativo, con la decisione dell’Asi di sospendere il bando e quella dei Pisano di rinunciare all’istanza per la sospensiva cautelare preferendo aspettare la pronuncia di merito. E ieri il Tar si è espresso dando torto al Comune di Buccino che, ora, dovrebbe presentare appello al Consiglio di Stato.

Tar dà ragione alle Fonderie Pisano e all’Asi: bocciata variante Buccino

Il Tar ha accolto il ricorso delle Fonderie Pisano contro la variante con cui il Comune di Buccino ha cambiato la destinazione dei suoli in zona Asi, per impedirne l’insediamento. Secondo i giudici, non era competente a creare da solo un distretto agroalimentare.

Pubblicato da Liratv su Venerdì 3 aprile 2020

Related posts