Voi siete qui
Tar Salerno dichiara improcedibili ricorsi Comune Scafati contro Asl su Ospedale Scarlato Cronaca 

Tar Salerno dichiara improcedibili ricorsi Comune Scafati contro Asl su Ospedale Scarlato

Il collegio del Tar Salerno presieduto da Maria Abbruzzese ha dichiarato improcedibili, dopo averli riuniti, i ricorsi proposti nel tempo dal Comune di Scafati sull’ospedale Mauro Scarlato. Il motivo è semplice: rispetto all’origine della vicenda sul destino del nosocomio scafatese, risalente ormai a sette anni fa, sono interventi atti che superano le questioni poste dai ricorsi. Inoltre, l’amministrazione comunale di Scafati non ha nemmeno impugnato questi atti, per cui sui ricorsi amministrativi antecedenti il Tar non può più procedere. Finisce un contenzioso durato anche troppo, iniziato quando sindaco di Scafati era Pasquale Aliberti e quando a guidare l’Asl di Salerno c’era Antonio Squillante. Aliberti affidò la contestazione delle decisioni assunte sul destino dell’Ospedale Scarlato all’avvocato Marcello Fortunato, mentre l’Asl si affidò allo studio Paolino-Annunziata, che alla lunga ha avuto ragione. Tutto nacque quando l’Asl dispose la riconversione del nosocomio scafatese in presidio riabilitativo con attività ambulatoriali e punto di primo intervento. Un declassamento che non piacque al Comune di Scafati, che propose il primo ricorso. Una seconda istanza fu presentata per contrastare il trasferimento del personale ad altro presidio ed un terzo ricorso impugnava la trasformazione del pronto soccorso in punto di primo intervento. Dopo anni in cui queste istanze sono state già dichiarate in parte fallaci, la sentenza del collegio del Tar di Salerno riunisce i tre ricorsi e li dichiara improcedibili semplicemente perché nel frattempo la Regione Campania ha varato il nuovo piano ospedaliero recuperando le funzioni dell’ospedale di Scafati, quale presidio ad indirizzo pneumologico con cardiologia, dotato di pronto soccorso. Atti, questi, che superano quelli oggetto dei ricorsi e tra l’altro non impugnati dal Comune dell’agro.

Related posts