Voi siete qui
Tavella (SPI Campania) e Sessa (Cgil Salerno): «evitare strage silenziosa nelle “Case di Cura” per anziani» Cronaca 

Tavella (SPI Campania) e Sessa (Cgil Salerno): «evitare strage silenziosa nelle “Case di Cura” per anziani»

Il Segretario Generale dei pensionati della Cgil Campania ed il Segretario Generale CGIL Salerno hanno scritto al Prefetto di Salerno ed alle Autorità competenti, chiedendo d’istituire un Osservatorio per monitorare le condizioni degli anziani nelle case di riposo.

Gli anziani – scrivono Franco Tavella e Arturo Sessa – sono i soggetti più fragili e più esposti alle conseguenze del Coronavirus, ed in particolare va posta grande attenzione alle Case di Cura che rischiano di diventare una bomba ad orologeria.

Già in alcune Regioni italiane – continuano Tavella e Sessa – siamo in presenza di una strage silenziosa, in case di riposo chiuse al mondo esterno, con all’interno pazienti ed operatori ammalati di coronavirus. Occorre evitare che ciò si riproduca anche in Campania.

Ecco perché – affermano Tavella e Sessa – bisogna istituire un osservatorio che possa monitorare queste Strutture e vigilare sulla condizione degli anziani. Bisogna agire con la massima urgenza, dotando le Case di Riposo dei tamponi necessari per tutti gli ospiti ed Operatori Sanitari.

Gli anziani sono isolati e non possono ricevere visite dai loro familiari –concludono i Segretari dello SPI Campania e CGIL Salerno – ecco perché occorre dotare queste Strutture di strumenti tecnologici che siano in grado di mettere in comunicazione gli anziani con l’esterno, alleviando una condizione di solitudine che incide in misura preoccupante su soggetti particolarmente fragili.

Related posts