Voi siete qui
Traffico e code sulla SS163 amalfitana: gli autisti della Sita proclamano lo sciopero per il 9 maggio Cronaca 

Traffico e code sulla SS163 amalfitana: gli autisti della Sita proclamano lo sciopero per il 9 maggio

Gli autisti della Sita sono stanchi. Stanchi di dover guidare, lungo la strada statale 163 amalfitana, rischiando di continuo una collisione con auto, moto e bici; di rimanere in coda per ore nel traffico ad imbuto o peggio con la paura di incastrarsi con un altro autobus granturismo, proveniente dal senso di marcia opposto. Problemi atavici, conosciutissimi alle istituzioni, eppure senza soluzioni da anni.

Per questo, le segreterie dei trasporti di Cgil, Cisl e Uil hanno proclamato uno sciopero di quattro ore, dalle 9 alle 13, per il prossimo 9 maggio. Senza il quale- scrivono- nessuno prenderà mai sul serio i problemi che vivono gli autisti, stressati non solo da curve snervanti, ma anche da tragitti di pochi minuti che di fatto durano ore; costretti spesso finanche a svolgere compiti propri di vigili urbani o ausiliari, dovendo scendere dal mezzo per disciplinare il traffico ed evitare ingorghi.

Se non altro, una pessima immagine data all’esterno, a turisti e pendolari, dei servizi di mobilità sulla Divina Costa. Gli autisti si sentono abbandonati da tutti e puntano l’indice anche contro la Prefettura, nonostante i numerosi tavoli di confronto. Il palazzo di governo non è mai riuscito a mettere d’accordo i sindaci sulle soluzioni possibili e la Regione Campania teme che un suo intervento d’imperio possa generare una pioggia di ricorsi al Tar.

C’è chi vuole le targhe alterne, chi propone il senso unico, chi il rafforzamento della zona a traffico limitato, chi il potenziamento delle corse del metrò del mare, chi la manutenzione dell’asse viario esistente. Insomma, di tutto un po’ e tutto sulla carta condivisibile. Ma nessuno decide- accusano i sindacati- che non vedono altra strada se non quella della mobilitazione generale.

Related posts