Voi siete qui
Traffico in tilt sulla Sa-Av per Tir di traverso: ecco cosa è accaduto Cronaca 

Traffico in tilt sulla Sa-Av per Tir di traverso: ecco cosa è accaduto

C’è chi è rimasto prigioniero sul raccordo Salerno-Avellino per oltre tre ore, ieri sera. Fino a quando la Polizia Stradale non si è decisa a bloccare gli accessi in direzione sud autorizzando a percorrere contromano circa un chilometro chi era bloccato da ore a motore spento.

Tutto è cominciato intorno alle 19, quando un grosso tir è sbandato a causa dell’asfalto reso viscido dalla pioggia, posizionandosi di traverso sulla carreggiata e coinvolgendo un altro camion nell’impatto. Che la situazione fosse difficile, lo si era capito subito. Solo un caso ha voluto che né l’autista dell’autoarticolato né altri automobilisti rimanessero feriti. Né c’è stato- come poteva capitare- un tamponamento che avrebbe fatto carambolare diverse vetture verso il Tir incastrato, con conseguenze che non immaginiamo neppure.

Ma, tirato un sospiro di sollievo, è cominciato l’incubo per decine di automobilisti, bloccati o meglio intrappolati fino alle 22.50, quando è arrivato il via libera a percorrere il raccordo in senso inverso, vista l’impossibilità di rimuovere il Tir in tempi ragionevoli, per raggiungere lo svincolo di uscita più vicino, ovvero Baronissi. La Polizia Stradale ha dovuto faticare non poco, insieme all’Anas, per sbloccare l’imbuto che si era creato fra la barriera di Mercato San Severino e Baronissi; una strozzatura che ha impedito a lungo l’accesso dei mezzi di soccorso per la rimozione dei camion incidentati.

Quando il raccordo è stato finalmente chiuso, tutti i veicoli fermi hanno potuto invertire la marcia percorrendo l’intera corsia di sorpasso nel senso opposto, in modo da liberare la carreggiata e consentire la rimozione del tir di traverso e dell’altro camion coinvolto nell’incidente.

Related posts