Voi siete qui
Universiade 2019, Italia d’oro con Folorunso Sport 

Universiade 2019, Italia d’oro con Folorunso

Arriva un’altra medaglia d’oro per l’Italia dall’atletica leggera dopo quella di Daisy Osakue nel lancio del disco. A conquistarla è Ayomide Folorunso che vince, anzi domina i 400 metri ad ostacoli femminili. Alle Universiadi 2019 brillano ancora le azzurre dell’atletica in una finale che ha entusiasmato il pubblico presente. Folorunso è arrivata prima con il tempo di 54.75, conquistando così la seconda medaglia d’oro consecutiva della sua carriera alle Universiadi due anni dopo il primo trionfo a Taipei 2017. Il successo della studentessa in medicina acquista valore tecnico a livello internazionale perché il 54”75 nei 400 ostacoli è l’ottava migliore prestazione mondiale dell’anno e la seconda in Italia di sempre dopo il record nazionale di Yadis Pedroso. Alle spalle di Folorunso argento per la sudafricana Van der Watl, bronzo per la norvegiese Iuel.

Nei 400 metri donne la medaglia d’oro va alla messicana Moran Errejon, argento alla ugandese Shida, bronzo alla francese Brossier. Negli 800 metri femminili vince l’australiana Bisset davanti alla tedesca Hering e all’ugandese Ajok. La finale del lancio del giavellotto femminile vede la vittoria della lituana Jasiunaite, seconda la giapponese Kitaguchi, terza la turca Tugsuz. Nel ricco programma di atletica femminile da registrare la qualificazione per la finale di domani dei 5mila metri dell’azzurra Maria Chiara Cascavilla, seconda in batteria.

Tante le gare anche al maschile. Nei 400 metri medaglia d’oro al messicano Mendoza Falcon che effettua una grande rimonta su Litvin del Kazakistan, terzo il sudafricano Isaacs. I 1500 metri uomini sono stati vinti dal polacco Rozmys, argento per il ceco Fris, bronzo per il finlandese Rinne. Nel salto in alto con la misura di 2.30 metri vince il bulgaro Ivanov davanti al turco Acet e al lituano Glebauskas. Finale spettacolare nel salto triplo maschile. L’azero Babayev si aggiudica l’oro con 16.89 metri battendo i due brasiliani Sa (argento) e Melo (bronzo). Beffato il turco Ozupek, ai piedi del podio per un solo centimetro. Sesto l’italiano Samuele Cerro con 16.25. Il decathlon ha visto il successo del neozelandese Booth. Secondo l’australiano Diamond, terzo il tailandese Singkhon. Poi l’altro neozelandese Attwell e l’argentino Pandiani.

Related posts