Voi siete qui
Universiade2019, volley f: l’Italia vole in semifinale Sport 

Universiade2019, volley f: l’Italia vole in semifinale

La Nazionale italiana femminile di volley non si ferma più, batte 3-0 anche l’Ungheria nella semifinale delle Universiadi di Napoli 2019 e domani si giocherà la medaglia d’oro contro la Russia. In un ‘PalaSele’ vestito a festa, le azzurre non concedono nulla alle avversarie, confermando lo straordinario momento di forma che aveva caratterizzato le precedenti partite. D’altronde coach Paglialunga, dopo la vittoria di ieri sul Brasile, aveva chiesto alle sue ragazze di giocare con la stessa intensità anche in semifinale, a prescindere da quale sarebbe stata l’avversaria. Richiesta recepita in pieno da Cambi & co. che dimostrano subito grande attenzione in fase di ricezione e precisione in quella d’attacco. Pronti-via e le azzurre piazzano un 4-0 che lascia intuire quale sarebbe stato l’andamento del match. L’Ungheria prova a reagire, ma l’organizzazione di gioco delle italiane è devastante. Punto dopo punto le padrone di casa incrementano il vantaggio grazie a un muro insuperabile che permette di respingere gli assalti delle ungheresi. Solidità difensiva grazie alla quale le azzurre piazzano il filotto che regala il massimo vantaggio di +12 (22-10), decisivo per la vittoria del primo set sancita da una schiacciata di Nicoletti. Nel secondo parziale l’Ungheria scende in campo più concentrata e riesce a tenere testa alle italiane. Ne vien fuori un match equilibrato che resta in bilico fino al 10-10. Poi il muro azzurro torna a essere solido, in fase di attacco diminuiscono gli errori e l’Italia rimette la testa avanti (10-13). Il vantaggio galvanizza le ragazze di Paglialunga che tornano a essere padrone dell’incontro. Nicoletti (miglior realizzatrice con 15 punti) trova una serie di giocate preziose, fino alla schiacciata del 25-16. Sul 2-0 le azzurre non perdono la concentrazione, iniziando con il piglio giusto anche il terzo set. L’Ungheria prova a resistere ma non riesce ad arginare la forza dilagante delle italiane che prendono il largo.

L’andamento dell’incontro non cambia, le azzurre continuano a macinare punti, chiudendo la pratica ancora una volta con Nicoletti (25-16) che manda in visibilio il pubblico del ‘PalaSele’. Domani la finale contro la Russia. “Una squadra bella tosta”, secondo il coach azzurro Marco Paglialunga.

Le russe hanno conquistato la finalissima, superando ieri sempre al PalaSele, il Giappone, con il risultato di 3-1.

Il sestetto nipponico conquista il primo set 21 – 25, ma poi la Russia combatte e ribalta: prima vince ai vantaggi il secondo periodo 26-24, poi agguanta agevolmente il terzo set 25-19 e legittima la propria supremazia nel quarto (25-21).

Nelle semifinali per le posizioni dal 5^ all’8^ posto, la Germania vince 3-2 sulla Repubblica Ceca, sempre ad Eboli. Gara combattuta con le ceche avanti nei primi due set 25-23 e 25-20, poi le tedesche pareggiano i conti aggiudicandosi i successivi due periodi per 18-25, 13-25. Ai vantaggi si decide il quinto set finito 19-21.

Nell’altra sfida il Canada viene superato dal Brasile 3-1. Primo set conquistato dalle nordamericane per 25-19. Poi esplode il sestetto verdeoro che vince gli altri tre 17-25, 23-25, 19-25.

Le sfide per stabilire le posizioni dalla 9^ alla 12^ si sono disputate al PalaCoscioni: gli Stati Uniti hanno vinto 3-1 con l’Argentina, mentre la Svizzera ha battuto 3-0 Taipei.

A Nocera anche le gare delle semifinali dal 13^ al 16^ posto in cui l’Ucraina ha vinto a tie break con la Thailandia e la Cina 3-1 con il Messico.

Related posts