Voi siete qui
Usura ed estorsioni: cinque arresti a Cava de’ Tirreni Cronaca 

Usura ed estorsioni: cinque arresti a Cava de’ Tirreni

Cinque usurai in manette a Cava de’ Tirreni. Li ha denunciati un commerciante, dove anni di vessazioni. Indagini della Direzione distrettuale Antimafia, che ha coordinato gli uomini della Dia.

Tra gli arrestati figura anche quel Domenico Napodano già a processo per altri reati. E’ lui l’elemento chiave del giro di usura ed estorsioni, aggravate dal metodo mafioso, portato alla luce a Cava de’ Tirreni da indagini della Dia coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia. Determinante è stata la decisione della vittima, un commerciante di abbigliamento, di denunciare tutto.

Cinque le misure cautelari eseguite, quattro in carcere ed una ai domiciliari, decine le perquisizioni a Cava, Poggiomarino, Napoli, Nocera Superiore. La caratteristica del caso era l’interposizione di più soggetti tra l’usuraio e la vittima, con un criterio sistematico.

Il Sostituto Procuratore della DDA di Salerno, Vincenzo Senatore, parla di giro di usura inquietante con tassi di interesse fino al 300%.

Usura ed estorsioni: cinque arresti a Cava de’ Tirreni

Cinque usurai in manette a Cava de’ Tirreni. Li ha denunciati un commerciante, dove anni di vessazioni. Indagini della Direzione distrettuale Antimafia, che ha coordinato gli uomini della Dia.

Pubblicato da Liratv su Lunedì 3 febbraio 2020

 

Related posts