Voi siete qui
“Volare” sul Fiordo di Furore: il progetto prende forma Curiosità 

“Volare” sul Fiordo di Furore: il progetto prende forma

Il progetto di finanza per una Zip Line fra Furore e Conca dei Marini risale al 2014, costa poco più di un milione e prevede una gestione in capo alla società che lo realizza per 30 anni. Acquisita la variante dal Consiglio Regionale della Campania, si è potuto dare inizio ai lavori che saranno completati a marzo. Il Volo sul Fiordo si farà grazie a due piloni con cavi d’acciaio e stazioni di partenza e di arrivo ben arredate. 

Si tratta della prima opera pubblica realizzata con Finanza di Progetto in Costa d’Amalfi. Un impianto che trasforma la montagna da problema in risorsa, in opportunità economiche e occupazionali, evitando lo spopolamento dei fondi agricoli.

Infatti, il “Volo dell’Angelo” andrà ad arricchire il paniere dell’offerta turistico-ricettiva e costituirà un ulteriore motivo di richiamo per Furore e Conca dei Marini. Un paniere che include i tuffi dalle grandi altezze del Marmeeting, le arrampicate lungo i costoni rocciosi di Pizzocorvo, il trekking lungo i sentieri per le pietraie, il torrentismo nella gola della Vottara, il bungie jumping sul ponte del Fiordo. Ora, si aggiunge il volo dalla località Schiato a punta Tavola, emozionante.

Related posts